X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.
Ordine degli Avvocati di Viterbo - Notizie Modulistica Eventi Delibere Circolari Formazione

Consiglio

PRESIDENTE:
Avv. Marco Prosperoni

CONSIGLIERE SEGRETARIO:
Avv. Stefano Brenciaglia

CONSIGLIERE TESORIERE:
Avv. Claudia Caporossi

CONSIGLIERI:
Avv. Caterina Boccolini
Avv. Serena Celestini
Avv. Amedeo Centrone
Avv. Ilaria Di Punzio
Avv. Severino Fallucchi
Avv. Federica Gigli
Avv. Michele Mancini
Avv. Stefano Perugi




Chi siamo

L'Ordine degli Avvocati di Viterbo, che ha sede presso il Tribunale del Capoluogoè composto da 697 avvocati e da 209 praticanti avvocati che esercitano la professione legale sul territorio Viterbese.

L'iscrizione all'Ordine è regolata dal Consiglio dell'Ordine ed è obbligatoria per ogni avvocato che intenda esercitare la professione in sede giudiziale.
Il Consiglio dell'Ordine è composto di 11 membri eletti dall'insieme degli avvocati iscritti all'Ordine, e resta in carica per un mandato di 4 anni.
Il Consiglio elegge  tra i suoi membri il Presidente, il Segretario ed il Tesoriere.

Il Consiglio è competente della regolare tenuta dell'albo degli avvocati e degli elenchi dei difensori di ufficio e dei difensori che esercitano il patrocinio a spese dello stato.

Il Consiglio gestisce anche i rapporti istituzionali dell'Ordine professionale con le altre istituzioni;  controlla lo svolgimento della formazione professionale continua ed obbligatoria dei propri iscritti.

L'Ordine degli avvocati di Viterbo è parte, con altri Ordini della Regione, dell'Unione degli Ordini del Lazio, che sostiene un ruolo di coordinamento essenziale sia a livello professionale che istituzionale.

L'Ordine di Viterbo è gemellato con l'Ordine degli Avvocati di Avignone, città con la quale divide la denominazione di “Città dei Papi".
Recentemente, e grazie alla vocazione internazionale ed europeista dei suoi ultimi Presidenti, l'Ordine degli Avvocati di Viterbo ha intrapreso un'importante collaborazione con altri ordini professionali di vari paesi Europei e del Nord Africa, che si è tradotta in due rilevanti progetti finanziati dall'Unione Europea: “Euromed Avocats” progetto triennale concluso nel marzo 2012 avente ad oggetto lo studio delle eccezioni al generale principio del diritto di difesa in materia penale (con particolare riferimento alla legislazione in materia di terrorismo, stranieri e diritto penitenziario) e fiscale, ed il progetto “Daphne” ancora in corso, riguardante la situazione delle donne vittime di violenza.




Chiesa Santa Maria della Salute
Scarica la brochure (storia e immagini)

Gli artisti di Archeotuscia a Santa Maria della Salute

Il restauro della bellissima Chiesa Santa Maria della Salute, effettuato con i fondi messici a disposizione dalla Fondazione Carivit, ha donato a Viterbo un nuovo e prestigioso polo culturale, che la nostra associazione vuole sviluppare e far conoscere ai cittadini ed ai turisti, attraverso una programmazione incentrata su eventi di qualità. La prima manifestazione che vi è stata organizzata ha avuto un vero e proprio carattere internazionale, in quanto, accogliendo una richiesta pervenutaci dal Governo Serbo, ha avuto come tema la Mostra dei preziosi affreschi custoditi nei monasteri della Serbia medievale: è stata inaugurata dall’Ambasciatore Ana Hrustanovic il 1° settembre 2011 e per tutto il mese è stata ammirata da oltre millesettecento visitatori. 

La seconda iniziativa, organizzata durante il recente periodo natalizio, ha dato l’opportunità ad Archeotuscia di far conoscere ad un vasto pubblico le opere di alcuni nostri soci. Il suo titolo, “ARTE IN MOSTRA” ha visto esposte interessantissime e belle opere degli artisti Giuseppe Bellucci, Giovanni Funari, Luciano Funari, Luciano Ilari, Emanuele Ioppolo e Stefania Proietti. Tutti nomi già molto noti nel panorama culturale viterbese. Ciascuno di loro ha presentato una piccola raccoltadelle proprie opere, spazianti dal bel realismo figurativo in differenti tecniche pittoriche dei primi tre, alla reinterpretazione, su più livelli, di un stesso motivo della Proietti, per passare poi alle delicate fanciulle in terracotta di Ilari ed arrivare infine alle astratte forme ceramiche in smalti policromi di Ioppolo. La manifestazione ha chiuso i battenti dopo aver ricevuto un favorevole ed ampio apprezzamento da parte del pubblico ed ha permesso di focalizzare anche l’attenzione sul magnifico monumento viterbese e sulle molteplici attività culturali di Archeotuscia, i cui soci, che non si fanno mai mancare niente, hanno messo già in programma altre iniziative culturali che senz’altro sorprenderanno favorevolmente i nostri amici (musica, cori, poesia ed altro??).







Privacy & Cookie policy | Credits